sabato 11 giugno 2011

Duke Nukem Forever: vaporware un cazzo

"Che ne dici del gioco, Duke? Ti è piaciuto?"
"Eh, dopo dodici fottuti anni, vorrei anche vedere."


Sì, ecco, vediamo.

Alla fine, spinto dalla curiosità, ho comprato Duke Nukem Forever!
Che dire, dopo averci giocato qualche oretta inizio a temere di aver buttato 60 euro nel cesso!
Graficamente è una merda. Frame rate ridicolo, aliasing in ogni dove, texture orride. Come se non bastasse ci sono dei caricamenti insopportabili.
Il gameplay sa di vecchio e il feeling delle sparatorie è davvero terrificante, soprattutto se confrontato a quello di altri sparatutto odierni (robe come Call of Duty o Crysis 2 stanno su un altro pianeta).
Il sistema di mira è qualcosa di delirante e gli scontri a fuoco risultano frustranti anche a livello di difficoltà normal (e sono solo all’inizio del gioco, non oso pensare a come cazzo sarà più avanti).
Ma vabbè, morire spesso non sarebbe neanche troppo fastidioso, il problema è che ogni volta che si crepa ci si deve sorbire un caricamento lungo come la fame prima di poter ricominciare a giocare.

Di buono c’è che il gioco mantiene intatto lo spirito del Duca, con un sacco di umorismo trash e battutacce a sfondo sessuale, ma anche parecchia autoironia.
Però oh, come sparatutto non ha veramente un cazzo da dire al giorno d’oggi.
Se fosse uscito nel 1998 sarebbe stato probabilmente figo e a suo modo rivoluzionario, ma nel 2011 un gioco del genere fa veramente ridere.
E non so nemmeno quanto abbia senso chiudere un occhio sui difetti per il discorso che “Eh, ma è un gioco sbroccato come il vecchio Duke Nukem 3D, alla fine è il suo seguito ideale ed è giusto che sia così!”.
No, porca miseria.
Il primo Duke Nukem era sì grezzissimo e volgarotto, ma era anche un FPS ottimo e innovativo per l’epoca in cui uscì, ricordiamolo.

La verità è che Duke Nukem Forever non poteva venir fuori bene.
Era stupido aspettarsi qualcosa di decente da un gioco che è stato in sviluppo per dodici anni e che è passato sotto una miriade di mani diverse.
Duke Nukem Forever è un FPS vecchio, sia a livello grafico che a livello di meccaniche di gioco. E' un gioco sistemato alla meno peggio per uscire nei negozi in maniera presentabile. E si vede.

Andrò avanti a giocarci finchè non mi stuferò, forse più avanti migliora pure, ma francamente ho qualche dubbio a riguardo.
Magari alla fine lo porterò a termine con piacere perchè, nel suo essere trash fino al midollo, lo troverò nel complesso un titolo spassoso e divertente.
Ma di sicuro non sarà un'esperienza videoludica che ricorderò per la sua qualità.
Diciamo che giocare a Duke Nukem Forever sta ai videogiochi un po' come guardare Attila Flagello di Dio sta al cinema, toh.

- Poi va bè, soprassediamo sul fatto che un personaggio come il Duca, pur essendo sempre in grado di bucare lo schermo, appaia alquanto fuori posto in un gioco del 2011.
Ma lasciamo stare, che sennò si va per le lunghe.
- Comunque oh, ho appena scritto un post su Duke Nukem Forever. Dopo averci giocato. Mamma mia, mi fa quasi impressione 'sta cosa.

3 commenti:

R i k k y ha detto...

andre sarebbe orgoglioso di te...

Teo ha detto...

Ahaha, ecco, secondo me questo é un gioco che ad AndVe piacerebbe un casino! XD

Teo ha detto...

Comunque sto andando avanti.
Credo che alla fine riuscirò a finirlo.
Il gioco è oggettivamente brutto, ma in qualche modo risulta stranamente divertente.
Di buono c'è che riesce ad essere quantomeno vario e a buttare dentro alcune ideuzze simpatiche che contribuiscono a mantener vivo l'interesse e a farti venir voglia di andare avanti per vedere cosa c'è dopo.
Per dire, gli enigmi non sono nulla di che, ma nel complesso mi stanno sorprendendo in positivo.
Sono vari e abbastanza fantasiosi.

Insomma, impatto iniziale a dir poco traumatico, ma devo riconoscere che Duke Nukem Forever si lascia giocare senza troppo fastidio in fin della fiera.
Non è nè un capolavoro, nè un gioco al livello delle produzioni attuali, però diverte.
Tecnicamente è davvero una merda, ma per il resto non è proprio tuttotuttotutto da buttare.

Altra roba da dire:
- Trash davvero a livelli spettacolosi. Da questo punto di vista mi sta piacendo un casino, poco da dire! XD
- Il gioco è autoironico, ma prende per il culo anche gli altri sparatutto. Già trovate citazioni (nemmeno troppo velate) di Halo e di Dead Space e immagino ci sia dell'altro.
- Io ci sto giocando su PS3, ma ho letto che su PC la situazione è parecchio migliore dal punto di vista tecnico. Conversione fatta col culo, insomma.