lunedì 10 gennaio 2011

Tron Legacy

Di Tron Legacy ne stanno parlando più o meno tutti malissimo.
Spulciando i vari blog, i forum e i siti che trattano di cinema, si può immediatamente constatare che la valutazione media oscilla tra "gran cagata" e "delusione incredibile".
Come ben saprete ero discretamente hypato per questo film, ma devo ammettere che alla fine tutti i giudizi negativi mi avevano leggermente scoraggiato, abbassando parecchio le mie aspettative.

Sono dunque andato al cinema temendo che sarei uscito dalla sala deluso (se andava bene) o proprio disgustato (se andava male).
E quindi, com'è andata?
Gran cagata? Delusione? Era meglio se andavo a vedere il film di Checco Zalone?
Nulla di tutto questo: Tron Legacy mi è piaciuto.
Probabilmente sono anche stato vittima del "contro-hype", vale a dire quella cosa che vai al cinema pensando di vedere un film di merda tipo Transformers 2 e invece ti trovi di fronte a una pellicola tutto sommato accettabile che sembra addirittura eccellente rispetto allo schifo che ti aspettavi, tuttavia l'impressione è che Tron Legacy sia un film ben più dignitoso di quanto si legge in giro.
Vi dirò, secondo il mio personalissimo giudizio ci troviamo di fronte al classico "sequel that isn't as bad as everyone says". Non un capolavoro, sicuramente nemmeno una pietra miliare della storia del cinema (che poi oh, se qualcuno si aspettava una sorta di Inception targato Disney è anche un po' coglione), ma sicuramente un piacevole blockbusterone con parecchie cose fighe.

Dal punto di vista audiovisivo Tron Legacy tira mazzate a destra e a manca.
Da vedere e da sentire è un film semplicemente spettacolare, con degli effetti speciali meravigliosi. Questo và unito al fatto che, sempre secondo il mio giudizio personale, l'universo di Tron è stilisticamente sontuoso.
Buone notizie anche per quanto riguarda il ritmo della pellicola.
Chiunque abbia visto il primo Tron avrà sicuramente temuto che anche questo sequel fosse lento all'inverosimile. Perchè sì dai, del film originale si può dire tutto, ma non che avesse una narrazione particolarmente avvincente. Anzi, diciamocelo, era una rottura di palle.
Legacy invece ha un ottimo ritmo, se si esclude un leggero calo nella parte centrale.
Le sequenze d'azione contribuiscono a tenere alto il tasso di coinvolgimento: sono quasi sempre bellissime, incalzanti e girate in maniera magistrale.
Chi temeva di annoiarsi può andare al cinema tranquillo: il trailer lasciava intendere un film ben più adrenalinico del prequel e grazie al cielo così è stato.
A rendere il tutto ancora più elettrizzante ci pensa il comparto sonoro.
Da una parte gli effetti sonori strepitosi, dall'altra la colonna sonora dei Daft Punk, che farà provare alle vostre orecchie una serie di orgasmi multipli. E per la cronaca Derezzed è solo uno dei tanti pezzi spettacolari.

Tron Legacy purtroppo delude un bel po' dal punto di vista della sceneggiatura e della storia.
Tutto è molto banalotto, i dialoghi non brillano quasi mai e molte cose che potrebbero essere intriganti vengono liquidate in maniera frettolosa. La cosa è fastidiosa perchè il potenziale dell'universo di Tron sarebbe enorme nelle mani di qualcuno che le storie le sa raccontare.
Legacy invece è letteralmente un kolossal "per tutti", con i pregi e i difetti del caso, un film che osa poco e si limita a narrare una storia piatta e prevedibile. Non brutta, soprattutto se siete fan del primo film, semplicemente fin troppo insipida.
Da questo punto di vista un po' di disappunto c'è, tuttavia bisogna comunque sottolineare che Tron Legacy rimane una buon kolossal di intrattenimento: se lo giudichiamo per quello che vuole essere è un film che non delude assolutamente e che tra l'altro riesce a impressionare grazie a un comparto audiovisivo da infarto.

In foto: Olivia Wilde nei panni attillati di Quorra.
Una figa indescrivibile. Anzi, una FIGA INDESCRIVIBILE, in maiuscolo e grassetto.
Non appena l'hanno inquadrata in primo piano, in sala si è alzato un coro di mugolii di piacere da parte del pubblico maschile.
Giuro.

2 commenti:

alessandro ha detto...

Confermo quanto scritto sopra....
Mi son incantato più di una volta durante la visione: scene spettacolari accompagnate da una colonna sonora decisamente "avanti".
3D un po' sottotono...
Sceneggiatura niente di che....
Ma il complesso decisamente "cool".
Un film per persone "tecnologiche": forse questo il vero motivo dei "deludenti" risultati al boxoffice.
E comunque bisognava aver visto il primo Tron per apprezzare bene quest'ultimo...e mi chiedo quanti lo abbiano visto....

Lunga vita ai creativi!

Teo ha detto...

Ah, è vero, mi hai fatto ricordare che dovevo parlare del 3D! XD
Hai ragione, non è nulla di che.
Il problema inoltre è che gli occhialini tendono a spegnere i colori, e il fatto che le ambientazioni di Tron Legacy siano spesso scure non aiuta in questo senso. Anche se vabbè, forse in questo modo i vari "neon" onnipresenti nel film tendono a risaltare su tutto il resto (e suppongo che l'effetto voluto fosse proprio questo), quindi non è neanche un grosso dramma.
Insomma, l'ennesimo film in cui il 3D si rivela poco incisivo. Peccato.

Concordo pure sull'altra cosa che hai detto, Legacy è un sequel che fa di tutto per avere senso anche come film a sè stante, ma per apprezzarlo come si deve la visione del primo TRON è consigliabile.
Io me lo sono rivisto giusto qualche settimana fa perché me lo ricordavo pochissimo.
Ormai è un film che sente tutto il peso degli anni che si porta dietro, ma ha comunque un certo fascino retro-psichedelico-anni 80. E visivamente, pur essendo inevitabilmente vetusto, ha ancora un suo perché.