mercoledì 22 luglio 2009

The Secret of Monkey Island: Special Edition


Con colpevole e ingiustificato ritardo sono riuscito a giocare e a finire lo storico Monkey Island nella sua Edizione Speciale uscita su XBOX Live Arcade.
Remake piacevolissimo.
Prima di tutto perchè non esclude che si possa godere del gioco nella sua veste grafica originale e in secondo luogo perchè finalmente permette alle nuove generazioni di godersi (in una grafica più pulita e al passo coi tempi) un capolavoro senza tempo.
La nuova veste grafica convince e non convince allo stesso tempo.
Non convince perchè, diciamocelo, i pixel grossi come mattoni esercitano sempre un certo fascino vintage, soprattutto sui vecchi scorreggioni come me. La grafica del 1990 era elegante e stilosa e ancora oggi certi primi piani lasciano di stucco per la loro bellezza.
Ma la nuova grafica convince perchè alla fine si vede che è stata realizzata nel rispetto dell'opera originale (anche se lo stile c'entra poco) e perchè certi paesaggi e ambientazioni ci hanno decisamente guadagnato.
La giocabilità è rimasta la stessa, anche se giocando con la nuova veste grafica si manda in pensione la vecchia interfaccia SCUMM.
Parlando del gioco in sè bè, non c'è molto da dire considerando che è la prima avventura grafica che gioco e non ho molti altri termini di paragone.
Quel che posso dire è che Monkey Island è una gran bella avventura.
Non si può dire che sia una gran bella storia, visto che alla fine la trama di Monkey Island non è che ti faccia strappare i capelli da quanto è bella. Ciò che colpisce infatti è il MODO in cui viene raccontata questa storia, con un'ironia fuori dal comune, attraverso dei personaggi totalmente sbroccati e fuori di testa che si lasciano andare ad alcuni dei dialoghi più memorabili e non-sense di tutti i tempi.
L'ironia ovviamente finisce per intaccare anche il gameplay, con enigmi che fanno lavorare il cervello e che al contempo strappano un sorriso.
E giocando a Monkey Island si capisce davvero quanto uno dei più grossi blockbuster cinematografici dell'ultimo decennio sia in debito con l'avventura della Lucas.
Anche nel 2009 quindi vale la pena farsi un viaggetto in compagnia di Guybrush Threepwood. Parola mia, c'è da divertirsi.
E portate il rum...

4 commenti:

R i k k y ha detto...

è un debito ancora più grande di quanto immagini...dovresti giocare a monkey island 2...

Teo ha detto...

Eh, infatti spero che facciano una riedizione per Live Arcade anche di quello.
Tra l'altro io ho in giro Monkey Island 3, di cui ho sempre sentito parlare benissimo, ma non l'ho ancora giocato.

R i k k y ha detto...

no, allora gioca prima al due! comunque secret of monkey island ha credo due dei più bei momenti videoludici mai creati:

- le sfide x l'isola a suon di insulti
- la liberazione del prigioniero con il grog corrosivo

...

x non parlare del pollo di gomma!!

Teo ha detto...

I duelli con gli insulti sono semplicemente divini! XD
Ma a me ha spezzato troppo anche il finale:
"Questa storia mi ha insegnato una cosa... Mai pagare più di 20 verdoni un gioco per il computer!" XD