martedì 25 settembre 2007

Super Paper Mario


Super Paper Mario è il primo episodio della serie "paper" che gioco. Ebbene sì, il sottoscritto non ha ancora avuto la fortuna di giocare a Paper Mario o al Portale Millenario, vuoi perchè sono un pirla o vuoi perchè all'epoca avevo roba più interessante da giocare. Sfortunatamente non ho mai giocato nemmeno al grandissimo Super Mario RPG per SNES anche se all'epoca forse ero troppo turbominchia per apprezzare un titolo del genere.
Fattostà che Super Paper Mario per Wii invece avevo proprio voglia di giocarmelo, dato che usciva in un periodo sostanzialmente calmo (la quiete prima della tempesta videoludica autunnale) e dato che avevo voglia di far girare sul mio Wii qualcosa che non fosse un gioco vecchio di quindici anni scaricato dalla Virtual Console.
Il primo impatto con un Paper Mario è senza dubbio esaltante. Ci si trova davanti a uno stile grafico semplice ma allo stesso tempo fresco e ricco di stile. La storia un po' banalotta è in realtà una mezza scusa per gettare il giocatore nell'azione e per stordirlo con alcune gag veramente memorabili. In Super Paper Mario ci sono infatti alcune trovate a dir poco geniale. Giocatevi il terzo mondo, dedicato al magico mondo dei nerd e capirete cosa intendo. Purtroppo a fare da contraltare a certe genialate c'è il fatto che, se certi livelli appaiono ispiratissimi, molti altri sono invece decisamente sottotono.
Intendiamoci, stiamo comunque parlando di un'avventura generalmente piacevole e ben realizzata, ma è impossibile ignorare alcune cadute di stile.
Altra cosa che può infastidire è che Super Paper Mario è di fatto un gioco per Gamecube traghettato a forza su Wii. Il Wiimote viene veramente sfruttato poco ed è chiaro che alla grande N abbiano preferito spostare questo gioco per una nuova console come il Wii invece di realizzarlo per l'ormai agonizzante cubo. Lo stesso destino di Zelda direte voi. Sì, il punto è che però Zelda in versione Wii beneficiava di diverse migliorie e tocchi di classe, mentre questo Paper Mario ha dentro di sè veramente poca "revoluscion".
Tuttavia a certi difettucoli ci si può tranquillamente passar sopra se dietro a tutto c'è un grande gioco. Qui abbiamo un gioco di dimensione media. Godibile, ma se fosse uscito insieme a Mario Galaxy e a Metroid Prime 3 penso che non avrei avuto dubbi a lasciarlo da parte.
E' un titolo che comunque ogni possessore "serio" di un Wii dovrebbe giocare dato che al momento è uno dei giochi più validi disponibili per questa piattaforma a cui ancora mancano quelli che io chiamo simpaticamente "gioconi coi controcazzi". Super Paper Mario magari non sarà un capolavoro ma è comunque un bel titolo onesto che riuscirà a strappare diverse ore di divertimento.
E una cosa c'è da dire. Mi ha messo addosso una voglia matta di giocarmi Paper Mario per Nintendo 64 e, soprattutto, Super Mario RPG. Organizziamo un pellegrinaggio in qualche santuario per pregare che la grande N decida di metterlo sulla Virtual Console europea?

4 commenti:

Anana ha detto...

Super Paper Mario ha stile in tutto.
Veramente un grande acquisto, visto anche il prezzo 44.90.
Ma domani esce Halo 3.
E ho detto tutto.

Teo ha detto...

Già già e ti dirò che non vedo l'ora.
Comunque Super Paper Mario merita indubbiamente. Ha i suoi difettucci (su cui si può passare sopra e non escludo che alcuni di questi possano dipendere dai gusti soggettivi, eh) ma è comunque un gioco che ha carattere e stile. Lo considero come un piacevole antipasto di quel che sarà Mario Galaxy.

Tra l'altro tu e Nab non sarete d'accordo ma sto trovando parecchio carino anche Heavenly Sword XD
Peccato per la longevità che a quanto pare è davvero scarsa. Ne parlerò più avanti comunque...

Anana ha detto...

LOL xD
In effetti lo si può considerare come un antipasto per il RE Mario Galaxy.
Ho provato HS, graficamente l'ho trovato abbastanza carino, ma il gameplay non mi è piaciuto, già il fatto di non poter saltare l'ho trovato una grande pecca...
Cmq ci avevi azzeccato xD

Teo ha detto...

Non poter saltare effettivamente all'inizio scazza ma non è poi 'sta gran fine del mondo.
Più che altro è la parte di combattimento vera e propria a risultare un po' grezza.
In compenso per una volta le funzioni del sixaxis le ho trovate ben implementate.