sabato 8 dicembre 2007

Heroes Volume II: Generations

Ed è andato anche il secondo volume di Heroes.
Che dire, questa seconda stagione è stata funestata dal dannosissimo sciopero degli sceneggiatori che ha costretto a mettere insieme un finale raffazzonato nel giro di poche puntate in attesa di "tempi migliori".
Il Volume II di Heroes è partito benissimo e, come la prima serie, mostra un sacco di buone idee, anche se un calo di qualità c'è stato eccome. Calo di qualità che, ahimè, non è stato del tutto causato dal sopracitato sciopero.
Il problema è da ricercare soprattutto nell'introduzione di alcuni nuovi personaggi piuttosto insipidi (o addirittura odiosi) che purtroppo vanno a rubare spazio a personaggi ben più interessanti e che soprattutto hanno più cose da dire. Tutte queste new entry non hanno fatto altro che appesantire la narrazione e spezzettare ancora di più lo svolgimento di una serie televisiva già di per sè abbastanza lenta. Già nella prima serie c'erano parti fantastiche che si alternavano a cose che lasciavano un po' perplessi, ma qui forse si è andato esagerando.
Perchè, diciamocelo, cosa ce ne è mai fregato di Monica?
E non voglio nemmeno parlare di Maya e Alejandro, personaggi insulsissimi che fortunatamente sono stati in parte salvati dal fatto che il loro viaggio del cazzo verso "los Estados Unidos" si incrociava con la vicenda di Sylar.
Anche alcuni personaggi della prima serie purtroppo sono stati approfonditi poco o male. Niki Sanders rasenta l'inutilità, e anche Mika l'ho trovato un po' inutile.
Persino Claire l'ho trovata un po' insipida e senza ombra di dubbio la sua love story con "Emo Boy" West poteva essere sviluppata un po' meglio, con toni che non fossero quelli di un telefilm adolescenziale. A dire il vero lo stesso West avrebbe meritato una caratterizzazione migliore. Un personaggio che era partito benissimo e che invece si è rivelato poco più che una macchietta.
Ma in mezzo a terribili delusioni ci sono anche ottime cose.
La storia di Hiro Nakamura nel 1600 è senza ombra di dubbio la parte migliore di questo Volume II. Bella, tutto sommato imprevedibile, niente affatto scontata e sul finale anche commovente. Fantastico anche il personaggio di Takezo Kensei/Adam Monroe, senza dubbio il migliore tra quelli introdotti in questa seconda stagione, subito dopo Elle, tirapiedi della Compagnia interpretata da una fantastica Kristen Bell che pare sentirsi perfettamente a suo agio nei panni della troia sadica e psicotica.
Ma parliamo anche di Peter Petrelli. Questo personaggio ha subito una vera e propria metamorfosi. Nella prima stagione era un ragazzetto insicuro e visibilmente spaesato. Qui lo ritroviamo trasformato in un eroe cazzutissimo e pienamente consapevole dei suoi poteri (o almeno è così dopo aver riacquisito la memoria), anche se c'è da dire che ha seri problemi a capire da che parte stare. Ad ogni modo la storia di Peter è piuttosto convincente ed è una delle cose buone di questa seconda serie.
Bè, ora non ci resta che attendere il Volume III, "Villains", che vedrà quasi sicuramente il ritorno di un Sylar al massimo potenziale. E sono abbastanza sicuro che anche il buon Adam farà ritorno.
Solo una cosa chiedo. Una trama un po' più varia. Ormai il supercattivo che vuole sterminare il genere umano (con un'esplosione, con un virus e palle varie) inizia a stancare... Va bene per le prime due stagioni, ma per la terza ci vuole qualcosa di nuovo e fresco. Anche perchè, diciamocelo, nonostante tutto della Compagnia sappiamo ancora poco e qualcosa mi dice che abbiamo solo scalfito la superficie di un piano molto più grande (piano di cui mamma Petrelli sa sicuramente qualcosa).
Vedremo un po'.
Ah, a proposito... Non possono farmi sopravvivere un personaggio di merda come Maya e farmi crepare Nathan. Non possono!

2 commenti:

Nabu ha detto...

C'è da dire che la morte di Nathan è ancora in forse. Oramai gli sceneggiatori hanno il jolly del sangue e possono usarlo quando cazzo vogliono.
Comunque concordo in pieno, alti e bassi per una stagione comunque buona.

N!

Joe ha detto...

Molto bello il tuo blog. Ho letto un articolo interessante riguardo il concetto del tempo in

Heroes, ti posto il link qui sotto.
Ciao!

http://www.settimopotere.com/index.php?option=com_content&task=view&id=49&Itemid=34